CALL US NOW (+39) 0922.474228
ADOTTA A DISTANZA

CIBO E NON SOLO

Il bellissimo racconto della figlia di Iairo riportata in vita dal Signore Gesù, così come narrato nel Vangelo di Marco 5:21-43, presenta nella conclusione un’interessante quanto apparentemente scontata affermazione: “Disse che le fosse dato da mangiare”. Sembra quasi una richiesta superflua: era chiaro che la ragazza dovesse mangiare! Eppure, quasi a voler significare che senza questo gesto si sarebbe reso nullo lo straordinario miracolo compiuto, Gesù dà ordine che “le fosse dato da mangiare”.
Da sempre l’annuncio del Vangelo è stato accompagnato da azioni concrete per andare incontro alle necessità delle persone in difficoltà. Gesù più volte sfamò le folle, moltiplicando il pane, e più volte incoraggiò i Suoi discepoli, e non solo loro, a preoccuparsi dei poveri, degli indigenti e dei più deboli.
L’evangelizzazione nei paesi dove Dio ci dà la grazia di operare, è sempre accompagnata, grazie ai sostenitori di ADI-aid, da gesti concreti: non solo il riso per i bambini e per le loro famiglie, ma anche medicine per i malati, vestiario, scarpe, sapone, pozzi per i villaggi e quanto altro possa essere necessario per restituire dignità alla persona.
Sono trascorsi 15 anni da quell’Assemblea Pastorale del 2005, quando tutti i pastori, all’unanimità, deliberarono di dare vita a un progetto che aiutasse i bambini del sud-est asiatico colpito dal terribile tsunami del 2004, che aveva portato morte e distruzione. Tanti bambini erano rimasti orfani e abbandonati. La relazione dei fratelli che avevano visitato di persona i luoghi colpiti dal maremoto, dipinse un quadro così terribile e reale che non si poteva rimanere inerti: bisognava agire!
Oggi dobbiamo ringraziare Dio per la strada che è stata percorsa: dai 400 bambini sostenuti nel 2006 ai 3.200 di oggi. Migliaia di ragazzi e tante famiglie hanno ricevuto da ADI-aid aiuti umanitari che hanno permesso loro di vivere dignitosamente in realtà sociali molto povere e in contesti disagiati.
I ragazzi sostenuti a distanza dal nostro Dipartimento hanno raggiunto traguardi impensabili: molti frequentano le scuole superiori, alcuni lavorano, altri hanno sono iscritti presso Università e Scuole Bibliche. Tantissime famiglie sono state raggiunte dal messaggio del Vangelo attraverso il nostro servizio, e grazie a Dio, possiamo testimoniare di numerose conversioni di persone di ogni estrazione, senza distinzione di condizione sociale, morale e provenienti da ogni casta, etnia e religione.
Molta strada c’è ancora da percorrere, e tanti sono gli obiettivi da raggiungere, ma ho la piena certezza che Dio continuerà a benedire quest’Opera.

Gaetano MONTANTE
Presidente delle Assemblee di Dio in Italia